Pari Opportunità

Si è costituito presso l’Assessorato delle Pari Opportunità del Comune di Bergamo un tavolo consultivo formato dai Capigruppo e da altri membri del Consiglio Comunale e da rappresentati della associazioni gay-lesbiche presenti sul territorio cittadino, allo scopo di elaborare alcune proposte, da sottoporre successivamente al vaglio del Consiglio, affinché vengano realizzate delle politiche di contrasto della piaga sociale dell’omofobia.

Se vuoi contribuire con il tuo impegno e con le tue idee vieni nella nostra sede in via Quarenghi 34 al giovedì, dalle ore 21.

Sono state riconosciute 4 aree di intervento, affidate ad altrettanti gruppi di lavoro, che stanno elaborando delle ipotesi di intervento.

 

Gruppo Scuola coordinato da Gianluca Spitalieri (Arcigay Bergamo Cives)

Si intende fornire formazione al corpo insegnante, perché sia in grado di affrontare i problemi di omofobia in ambito scolastico.

 

Gruppo Cultura coordinato da Laura Liverani (Bergamo Contro L’Omofobia)

Si vagliano alcune proposte concrete, concentrando particolare attenzione sugli eventi bergamaschi in cui è possibile inserirsi a breve termine.

  • Rassegna cinematografica a tematica LGBT
  • Inserimento libri LGBT nella fiera del libro
  • Inserimento della tematica nell’ambito del Maggio Archeologico

Proposte secondarie

  • Aprire sezioni LGBT nelle biblioteche civiche
  • Coinvolgimento di altri importanti attori della scena cultura bergamasca
  • Esposizione “Against Nature” e mostre fotografiche

 

Gruppo Lavoro-Istituzionale coordinato da Luca Pandini (Arcigay Bergamo Cives)

Il gruppo si occupa sia della tematica del lavoro quale luogo, dove le persone gay, lesbiche e trans espri mon o il proprio ruolo sociale, sia del tema delle istituzioni, che rappresentano l’intera cittadinanza comprendente anche quella omosessuale.

  • Inserimento/verifica presenza del principio di non discriminazione in base all’orientamento sessuale e di identi tàdi genere nei codici etici e di comportamento degli enti e delle aziende collegate al Comune di Bergamo
  • Verifica applicazione legge sulla costituzione del CUG, Comitato Unico di Garanzia, il cui scopo istituzionale è la lotta alla discriminazione
  • Adesione del Comune di Bergamo alla Rete Re.A.Dy, composta dagli enti pubblici che intendono contrastare l’omofobia attraverso l’adozione e la diffusione di buone pratiche.
  • Implementazione di politiche di Diversity Management – ossia politiche aziendali di valorizzazione delle diversità (omosessualità compresa), essendo una risorsa decisiva nella competizione.
  • Introduzione di Equality Standards – individuazione di un criterio di valutazione delle imprese e di enti datoriali in relazione all’etica di comportamento, di contrasto dell’omofobia sul luogo di lavoro, della creazione di un ambiente inclusivo, che risulti altamente produttivo avvalendosi della valorizzazione delle diversità.

 

Gruppo Ricerca coordinato da Chiara Cavina (ArcilesbicaxxBergamo)

Si vuole valutare il livello di omofobia all’interno di settori della amministrazione attraverso la somministrazione di un questionario.