Orlando ”Nuova Strage”

13 giugno 2016
Commenti: 0
Categoria: News
13 giugno 2016, Commenti: 0

A nome della nostra associazione, Arcigay Bergamo Cives, voglio esprime il cordoglio e il lutto per la strage di Orlando, nella quale sono morti tanti ragazzi e ragazze omosessuali.
Ricordo la radice d’odio che ha animato la mano dell’assassino. Ricordo che un’altra persona stava andando armata di tutto punto al Gay Pride di Los Angeles, ricordo che al Gay Pride in Israele un estremista religioso ha accoltellato a morte due ragazze, ricordo che la settimana scorsa abbiamo avute minacce verso i partecipanti al Gay Pride di Pavia, minacce provenienti da alcune forze politiche; veri e propri gruppi d’odio. Ricordo, secondo le rilevazioni dell’Agenzia Europea per i Diritti Umani, che l’Italia è il paese che tra tutti gli stati europei ha il più alto tasso di omofobia politico-istituzionale e religioso, quindi non tra le persone comuni ma nella politica.
Portiamo all’attenzione dell’opinione pubblica che non sono giunte testimonianze di solidarietà né dalla comunità islamica moderata, né tantomeno da gruppi e associazioni quali le sentinelle in piedi, associazioni pro-vita, ed altre ancora.
Ricordiamo che la Legge contro l’omofobia è ancora ferma, totalmente in stallo, bloccata dalla solita lobby omofoba presente in Senato; ferma e ostacolata nonostante sia imbrattata e menomata dai vergognosi emendamenti Gitti e Verini, il tutto mentre nel nostro paese continuano le aggressioni spinte dall’odio omofobo.
La politica si deve sentire responsabile e riprendere immediatamente l’iter della legge, risanando il progetto di legge dagli emendamenti insulto, lo faccia in fretta, subito, prendendosi le proprie responsabilità verso la vita dei cittadini italiani.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi