Russia: torturato e ucciso perche’ gay

12 maggio 2013
Commenti: 0
Categoria: News
12 maggio 2013, Commenti: 0

E’ successo a Volgograd, nel sud del paese. La testa dell’uomo è stata fracassata con una pietra.

Un giovane di 23 anni è stato torturato e assassinato brutalmente a Volgograd, nella Russia meridionale, perché omosessuale. Nel paese le organizzazioni dei diritti umani denunciano una recrudescenza dei sentimenti anti-gay. Il corpo senza vita del ragazzo è stato trovato venerdì scorso: inequivocabili i segni delle torture e delle violenze, soprattutto nella zona dei genitali, probabilmente con delle bottiglie di birra. La testa è stata fracassata con una pietra e i suoi genitali sono stati mutilati.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi