Ragazzo gay tenta il suicidio perchè vessato dai compagni

30 maggio 2013
Commenti: 0

Categoria: News
30 maggio 2013, Commenti: 0

Un’altro episodio di tentato suicidio da parte di un ragazzo gay vessato dai compagni di scuola, un’altro episodio di omofobia che si sarebbe potuto concludere con una tragedia.
Ad attutire la caduta dalla finestra del terzo piano della scuola in cui studiava, da cui il giovane sedicenne si è gettato è stata un auto parcheggiata sotto al balcone.

Imma Battaglia, Presidente di Di’Gay Project associazione attiva sul territorio romano, ha voluto dichiarare:
“Un altro giovane ha tentato il suicidio. Le parole di solidarietà non bastano: dobbiamo fargli percepire con chiarezza, a livello di istituzioni e associazioni, che non è solo. A livello politico, servono immediate azioni di contrasto alla violenza di genere, all’omofobia e alla transfobia, a cominciare dal ruolo primario della formazione nelle scuole.
Il rispetto delle differenze va inserito nei piani formativi obbligatori e integrato con percorsi che coinvolgano concretamente le famiglie in un cammino di maturazione nell’accoglienza. Soprattutto servono percorsi di formazione per i cittadini di altre nazionalità, che siano orientati ad un nuovo concetto di cittadinanza, inclusivo e accogliente, come già avviene in altri Paesi europei. Infine utilizziamo il forte impatto che ha lo sport sui giovani per sensibilizzarli all’impegno contro ogni forma di violenza: chiederò un intervento del ministro Idem per un incontro con la Nazionale Italiana Cantanti affinché la prossima Partita del Cuore sia dedicata alla lotta contro l’omofobia”.

Il giovane se l’è cavata con una frattura.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi